Stegal67 Blog

Monday, December 03, 2012

L'ori-giocone natalizio di Andrea Gianotti

(e anche per la serie: "me ne vanto e me ne bullo"!). Ho appena trascorso il quarto fine settimana consecutivo al lavoro. Un tour de force durato cinque settimane (chi non capisce che quattro weekend di lavoro rappresentano cinque settimane di lavoro consecutivo ha pronta una carriera da dirigente...) iniziato ad inizio novembre e che spero di non dover ripetere tanto presto; astenersi prego da commenti del tipo "chissà quanto ci avrai guadagnato"... fa tutto parte del carico di lavoro normale...
Le punte di maggior caos sono state raggiunte 17-18 novembre, e sapevo che il fine settimana del 1° e 2 dicembre sarebbe stato decisamente molto ma molto impanicato, come in effetti è risultato. Quindi sapevo anche che 1) non avrei potuto essere presente alla prima prova di Milano nei Parchi 2013 (Parco Lambro - 1° dicembre - nona edizione) e 2) non avrei potuto partecipare alla festa natalizia dell'Unione Lombarda che si svolgeva nella stessa serata.

Poi, sabato sera, dopo 14 ore di sollazzo collettivo (leggasi: merdone lavorativo assortito in varie salse, con vari momenti di autentico sbroccamento di testa non solo da parte mia), alle 21 ho dato il "libera tutti!" e mi sono precipitato nella sede dell’UElle, in tempo per un saluto, una fetta di panettone… e per prendere parte all'ori-gioco-giocone natalizio realizzato da Andrea Gianotti.

Questi giochi fanno tornare bambino anche un orientista navigato e maggiorenne (di età e di esperienza sportiva) come me: è vero che si ride e si scherza e non c'è nulla da vincere o da perdere ma, visto e considerato che si gioca con le cartine e ci si deve mettere molto cervello e niente gambe magiche, un po' di animus pugnandi esce sempre allo scoperto; sono convinto, col senno di poi, di aver messo più zucca e concentrazione durante il gioco natalizio di ieri sera che durante l'ultimo campionato italiano di trail-o (tanto per dirne una). Se non altro mi sentivo molto, ma molto, più motivato!!! Infatti alla fine mi sono divertito come una scimmia! Pur avendo il cervello in pappa dopo quelle 14 ore di lavoro, invece mi sono ritrovato fresco come una rosa a mezzanotte (potenza dell'orienteering; per altre conferme vedi il pezzo "Le virtù taumaturgiche dell'orienteering" http://stegal67.blogspot.it/2009/10/avevo-in-mente-una-serie-di-incipit.html ). E poiché il gioco l'ho vinto io, come premio ho chiesto ad Andrea se potevo proporlo sul blog.

ORI-GIOCO NATALIZIO DI ANDREA G.

Scopo del gioco: ogni concorrente gioca da solo e dispone di un foglio di carta (vedi unica immagine pubblicata) che riporta 10 francobolli di cartina orientistica. Lo scopo del gioco è indovinare, per ciascun francobollo, il nome della cartina, o almeno il nome della città\area, o almeno lo stato dove la cartina si trova. Vince chi scrive più risposte esatte.

Indizi: ogni concorrente riceve ad inizio gioco due indizi per ogni cartina (totale 20 indizi). Ogni indizio è diverso dagli altri e quindi ognuno parte con informazioni diverse dagli altri concorrenti. Ogni tot minuti ciascun concorrente gira alla propria sinistra 4 indizi di sua scelta e ne riceve 4 dal concorrente alla propria destra. Gli indizi sono stati la parte più divertente del gioco! Si andava da cose che consentivano inequivocabilmente di stabilire almeno la nazione, ad altri del tipo "in questo bosco dimorano 321 specie di farfalle" (Ehi Larry: è il posto per te!!!). Quindi, ad ogni passaggio di mano dei 4 indizi, si sentivano innanzitutto partire i moccoli all’indirizzo di Andrea, il quale è parso divertirsi quanto tutti noi messi insieme…

Tattica di gara di Stegal: dopo 14 ore di lavoro, col cervello quindi in totale adrenalina, ho sempre tenuto ben saldi nelle mie mani gli indizi che potevano essere di maggior aiuto per gli altri, lasciando fluire verso gli altri le autentiche “pepatence” (anche perchè, in fondo alla fila dalla parte opposta del tavolo, c'erano quelle due fainazze di PLab e Bibi che, se avessero ricevuto certi indizi, potevano fare molto meglio di me! Paolo Consoli sarebbe stato un altro osso durissimo, come pure "il Bellini"). Con una buona dose di cul... volevo dire: di fortuna! ed un po' di immaginazione, oltre al fatto che su una di queste carte ci avevo corso, sono uscito dalla tenzone con un ragionevole 8 su 10! Quasi come una gara di trail-O!

Di seguito, per ciascuna cartina, qualche indizio che mi ha aiutato ed qualcuno che fa capire come ogni tanto mi arrivasse in mano della roba da prendere Gianotti e sputargli in un occhio (i cosiddetti "indizi-fuffa", vedi ad esempio il secondo indizio della mappa 1!).

Volete provare anche voi?

*** INDIZI ***

1 - In questo bosco ci sono 16 laghi
1 - Le gare in questo bosco utilizzeranno probabilmente sport-ident
Risultato di Stegal: 0

2 – Questo bosco è un luogo letterario
2 – A 45 km c’è una città famosa per aver dati i natali a Joe Cocker e agli Artic Monkeys, nonché sede dell’Università di Hallam
2 – L'area boschiva risale alla fine dell'ultima era glaciale
Risultato di Stegal: Mappa corretta!

3 – Questa città è nota con diversi nomi
Risultato di Stegal: Mappa corretta!

4 – Il codice aeroportuale dell’aeroporto più vicino alla mappa è TFN
4 – Il mese più piovoso qui è dicembre, con 6 giorni medi di pioggia.
Risultato di Stegal: Mappa corretta (… ci ho corso…!)

5 – La città vicina a questo bosco ha a che fare con l’Isola del Tesoro.
5 – Il 5% circa della popolazione che abita nei pressi di questo bosco ha origine italiana
5 – Non lontano da questo bosco vi è una famosa strada con otto ripidi tornanti.
Risultato di Stegal: Città giusta, mappa vicina...

6 – La temperatura media delle minime a gennaio in questo bosco è di 0 gradi C circa.
6 – Lo sport nazionale del Paese in cui si trova questa mappa è il calcio
6 – Il primo insediamento abitativo in questo luogo fu opera degli abitanti di Golasecca. Sì, proprio quella “Golasecca”.
6 – Questa città è stata sede di una EXPO
Risultato di Stegal: Città giusta, sulla mappa non mi sono arrischiato per non fare figure di emme...

7 – Secondo i precetti di una religione, è obbligatorio un pellegrinaggio in questa mappa almeno una volta nella vita per ciascun fedele.
7 – La bandiera del Paese di questa mappa ha sfondo bianco
Risultato di Stegal: Mappa corretta!

8 – Questa cartina comprende due diverse città
8 – I comuni di questa cartina sono tutti gemellati con Klagenfurt (AT)
Risultato di Stegal: Mappa corretta!

9 – Il parco di questa mappa è dedicato a un personaggio che non appare nella toponomastica cittadina di Milano
9 – Nella ferrovia che vedete nel francobollo di carta, ci passa una locomotiva a vapore
9 – In questa cartina c’è un parco giochi (tipo Gardaland, ma non è Gardaland)
Risultato di Stegal: 0 al quoto... non è il Parco Tivoli di Ljubiana

10 – La bandiera del Paese di questa cartina ha complessivamente 6 colori.
10 – Non lontano da questa cartina potreste osservare dei pinguini in libertà
10 – In questa cartina viene coltivato l’albero della gomma
Risultato di Stegal: Città giusta, che ne so io delle mappe?

Gli indizi erano ovviamente molti di più... ma posso garantire che questi, a me, sono stati sufficienti

GRAZIE "GIANA"!!!

7 Comments:

At 1:07 AM, Blogger Pierlabi said...

Mi unisco ai ringraziamenti ad Andrea e mi permetto di far notare che non è che tu ti sia proprio limitato alla fetta di panettone...

 
At 1:42 AM, Blogger MT said...

Vogliamo le soluzioni!!!

 
At 3:13 AM, Blogger Stefano said...

Le soluzioni?
Solo dopo che qualcuno, magari nei commenti, ci avrà almeno provato!!! :-)

 
At 1:56 PM, Blogger tsitalia said...

Complimenti al pazzo che l'ha pensata!

 
At 2:00 PM, Anonymous Larry said...

E noi, abelinati che prima del pranzo di società ci siamo limitati a una gara fra le doline (con tanto di prova di abilità conclusiva), mentre il termometro si avviava rapidamente sotto lo zero... che nesci, neh?

 
At 3:27 PM, Anonymous Giorgio said...

ci provo io altrimenti non ci dirai mai le soluzioni

1) direi Croazia (plitivce) ma mi sembra troppo banale. Comunque la cartina sembra croata, potrebbe essere anche delnice
2) beh, facile per via degli Arctic: Sheffield, ma solo con la cartina avrei detto Belgio
3) è il Gran bazar di Istanbul?
4)tfn è tenerife, ma altro non so, la cartina non mi dice niente
5) per i tornanti direi San Francisco, la cartina non mi aiuta
6) la città potrebbe essere Genova, la cartina mah... Loco?
7) mmmm la bandiera sfondo bianco giappone o cipro... nella cartina sembra un buco -->cratere -->fuji? mi ricordo di aver letto della cartina del fuji sul sito "100 orienteering maps where to run before die"
8) gorizia-nova gorica
9)parigi? barcellona? butto lì barcellona ma sparo a caso
10) sud africa (i sei colori è troppo facile come indizio)

 
At 11:46 PM, Blogger Stefano said...

Complimenti Giorgio!
1 - 3 - 7 e 8 sono giuste.
La città 2 - 4 e 5 è giusta
La nazione del 10 è giusta.

E se sei il Giorgio che penso, sulla cartina della 6 ci hai corso!

 

Post a Comment

<< Home