Stegal67 Blog

Sunday, October 21, 2007

Monte Generoso e Monte Moria: un week-end orientistico che dire "con luci ed ombre", anzi direi “dalle stalle alle stelle” rende bene l’idea. Si inizia sabato con l’11° prova del TMO ticinese, sul temibile Monte Generoso (temibile per le pendenze che sono iper accentuate anche per gli standard locali). Le ombre cominciano già sulla strada per il Ticino: 2 ore e 45 minuti da Milano a Monte Generoso (poco sopra Mendrisio). Complici la coda in tangenziale per lavori, la coda per i milioni di persone che vanno allo SMAU in macchina, coda a Lomazzo per tamponamento, coda subito dopo Como Sud che cerco di evitare passando per Como... ma c’è il giro di Lombardia, e così mi smazzo Grandate-Montano Lucino-Gironico-Paré e Drezzo per passare la dogana. Infine, ma è un’assistenza più che dovuta, deviazione per recuperare Sbrambi&Giuga alle prese con problemi alla macchina. Cambio al volo sulla zona di ritrovo raggiunta di corsa, tape fatto al volo, via di corsa alla partenza per fortuna non lontana e sono in carta. Ovviamente la concentrazione, la calma, ma soprattutto le energie nervose e fisiche sono rimaste in qualche apocalisse stradale. In compenso ho una tosse da ribaltarmi per terra... Il percorso non mi si addice proprio. Ma proprio per niente, per nulla! Oltre alle pendenze, il fondo del bosco (bianco) è un tappeto di foglie secche che talvolta diventa anche di 30 o 50 cm, il che rende impossibile sia vedere gli ostacoli a livello del piede sia parecchie tracce che potrebbero fare da "semafori". La 1 è una tratta in costa medio lunga su traccia segnata finché, prima dell’unico grosso avvallamento, si precipita a destra a picco per una dozzina di curve di livello; per la 2 si parte scendendo subito di altre 8\9 curve a picco prima di una lunga traversata in costa su traccia segnata. Per la 3 subisco la salita causa fiatone ed i piedi che proprio non si muovono, devio lentamente ma inesorabilmente dalla linea e finisco su un pratone laddove invece aspettavo qualche rado giallo... mi giunge in soccorso Mrs. X (non posso dire chi è, magari non poteva aiutarmi, ma credo abbia capito che "non faccio classifica") e mi segnala che sono a 600 metri da dove pensavo di essere. Dalla 4 alla 8 sono 750 metri quasi dritti da una lanterna all'altra, ma si scende a picco di 53 curve di livello! Poi una tratta in costa, poi risalita di 12 curve in poche decine di metri... e si continua così tra salite e discese fino all’ultimo trattone mega chilometrico che affronto camminando e chiedendomi (si, ogni tanto lo faccio anche io) “chi me lo ha fatto fare?”. Il trattone lo faccio in 28 minuti (e non sarò il peggiore!), la gara di 8,5 kmsf la finisco in 1h51m. Complimenti a me :-( Le luci ritornano alla domenica. Gara sulla inedita carta di Monte Moria. Partenza a 30 metri dal ritrovo ed arrivo al ritrovo. Prendo la carta in mano al minuto -1 e penso che non sarà una passeggiata: tante curve di livello dettagliate, tanti miniavvallamenti (una specie di Tradate), tanto bianco e verdino. Invece indovino molto bene le prime due lanterne leggendo alla grande le curve di livello e raggiungendo un altro SG, ma uno forte! 3 e 4 le faccio senza grossi problemi, realizzando proprio la mia scelta, ed invece perdo 1 minuto alla 5 ma sono sempre in compagnia di SG (ri-raggiunto). Primo anello 6-7-8-9 senza particolari problemi nonostante il percorso non sia affatto facile ed è anzi in alcuni punti molto complicato in zona punto ma tutto scorre benissimo; i problemi cominciano ad arrivare alla 10 perchè cominciano le salite. Infatti la 12 è alla fine di una salita (lunga) di 20 curve che, almeno per la parte finale, si può prendere lateralmente. Qui vengo ripreso da Alberto V., Luca M. (che in due fanno la mia età, ma non è una scusa... guardate Oleg Anuchkin) e Cisky. Alberto e Luca viaggiano via sul ritmo mentre io e Cisky veniamo a capo, ognuno con le proprie scelte, dell’anello finale. All’arrivo ho un tempo (per 8,3 kmsf) di 1h13m... come al Monte Generoso, vero? Ancora meglio, mi accreditavo di un 28° posto finale e la classifica mi da 17°... Visto che i partecipanti all’Isola dei Famosi si sono allenati lì, forse anche io potrei avere un futuro assicurato all’Isola: scommetto che sono meno antipatico di Cristiano Malgioglio!!! O no?

2 Comments:

At 10:30 AM, Blogger Aaron said...

mitico stefano!
peccato non essere venuti oggi...ma era un po' troppo lontano........una domenica a casa ci sta ogni tanto

 
At 12:43 PM, Anonymous italo-svizzero vincenz said...

Mi sento un tuop clone

Monte Generoso?!?
Alle 8:15 era una ghiacciaia... posa punti con la benedizione di G.Tettamanti che mi dice "Cadi facile con quelle scarpe" e dopo un'ora, ritornato al ritrovo, inizia la fuga verso l'addio al celibato di GPM...
Odissea la discesa a Mendrisio con inedita sfida "IO vs TUTTO il TICINO" e non so quanti km ho fatto in retro per far passare le carovane di furgo che salivano...

Arrivati a Moria mangio... dormo... mangio... dormo e domenica
corsettina per far uscire i brindisi... Partenza gara onesta fino alla 9 dove lascio 7 minuti e vinco il premio genialità 2007...

Bei posti entrambi... in Svizzera ripido ma pulitissimo... a Moria alternato con le zone verdine molto piacevoli...

Un augurio ai futuri sposini

 

Post a Comment

<< Home