Stegal67 Blog

Wednesday, October 26, 2011

Ci sono momenti nei quali il fisico (non il fisco, proprio il fisIco) richiede il pagamento del conto, della fattura, degli arretrati che si sono accumulati nel corso del tempo. Il mio fisico si era mangiato il mese di settembre come se fosse quello di un giovane baldo ed inarrestabile (se vi vanno bene le metafore, fate conto un Giancarlo Simion o un Jonas Rass), ma è passato alla cassa all’inizio del mese di ottibre avvisandomi che nel giro di poco sarei stato raccolto con il cucchiaino!

Per i soli parziali, il conto del mese di settembre sommava un antipasto robusto (Due giorni, quasi tre, dell’Alta Badia), un primo robusto (Campionati Italiani a Bellamonte), un secondo poderoso (Europei Master) ed un immancabile dolce (Coppa Italia Trail-O e Trofeo delle Regioni). Il tutto, sottolineo, con il doppio impegno come atleta di un certo livello e come speaker di un certo calibro. Non ricordo più chi diceva “dicesi calibro perché trattasi di pistola…”, ma arriverò anche a questo.

E fu così che la necessità di sopravvivere a me stesso sia divenuta per una volta più forte del richiamo della bussola e, accasciato su un letto, ho seguito da lontano le imprese dei finalisti della Coppa Italia (dove avrei ancora dovuto essere speaker), dei protagonisti della Arge Alp bavarese (dove avrei voluto tanto bissare la H35 di Platak e salutare il mio amico Teodor Yordanov), e dei raminghi naviganti dell’Appennino Ligure saliti alle Capanne di Marcarolo per il Trofeo Lombardia.

Niente orienteering. Niente di niente. Come si confà a chi deve riposare, o forse in questo caso è meglio dire “disintossicarsi”.

Niente, dicevo...

“Ciao Beppe (Ceresa)… come dici? Ti farebbe piacere se io partecipassi alla riunione del Comitato Lombardo in vista della Consulta? Va bene… non è che ho molto da fare”. Questo era giovedì 6 ottobre, all’inizio del mio meritato periodo di riposo.

“Ciao Dario (Galbusera)… cosa dici? Vorresti che io partecipassi alla Consulta delle Società di sabato 8 visto che ormai partecipo a quasi tutte le riunioni del CRL? Va bene… se riesco a svegliarmi in tempo…”. E questo era sabato 8 ottobre. Per un sunto del mio intervento alla Consulta lombarda, il sito internet da consultare è www.orienteering.neurodeliri.it … oppure cercare su Google le frasi “… quella gogna della lista base…”, “ormai me ne f…o dei vostri regolamenti, buttateli!” e anche perle dedicate alla figura del delegato tecnico (non alle persone che fanno i delegati tecnici) ed alla figura dell’omologatore (non alle persone che fanno gli omologatori) che sicuramente non mi renderanno molto simpatico ai più nei secoli dei secoli amen.

“Ciao Piero (PLab)… come stai? Pensi che dovrei partecipare alla riunione dell’Unione Lombarda per capire dove vogliamo andare a parare l’anno prossimo? Ci provo… se riesco ad uscire presto dall’ufficio”. Questo invece era lunedì 10 ottobre.

Da quel giorno (da quella sera) in poi, le cose si sono fatte un tantinello eccessive: definisci il calendario della Milano nei Parchi 2012, traccia la prima tappa al Monte Stella, già che ci sei traccia anche una promozionale di Trail-O o di Temp-O che prima o poi viene buona, scrivi un primo pezzo per la prestigiosa rivista nazionale, scrivi un secondo pezzo per la prestigiosa rivista nazionale, comincia l’intervista per il prossimo numero del Nuovo Lanternino, occupati della gara di Trofeo Lombardia che faremo (breaking news: NON faremo! O almeno NON farò) ad inizio calendario 2012, e già che ci sei occupati anche della seconda gara di Trofeo Lombardia che faremo invece a fine 2012, anzi già che ci sei vai addirittura a fare i tracciati con un anno di anticipo come insegna il buon Rusky, e poi ancora già che ci sei mettiti d’accordo per far aggiornare la carta, e sempre visto che ci sei perché non cominci a cartografare il Quartiere Terrazze visto che ci abiti?, e di nuovo visto che ci sei potresti anche cominciare a fare di nuovo le comunicazioni stampa per il Comitato Lombardo, ed anzi è ora di cominciare a scrivere per “Lo Strappo” (il bollettino annuale dell’UL, e visto che ci sono ho scritto 4 pezzi 4 anche per il bollettino dell’AGET Lugano visto che sono bi-tesserato), e pensando al quadriennio olimpico che verrà perché non cominci a muovere le tue pedine e fare campagna elettorale per qualcuno interessato al prossimo Consiglio Federale… “e, Stefano, già che ci sei…” “No Susy! Una gara di Coppa Italia di Trail-O non la traccio! Non ho carte nuove omologate, non ho nessun ruolo di istruttore o maestro o direttore gara o tracciatore o qualunque altra cosa sia nei libri mastri della Federazione, e non voglio avere a che fare con queste figure!” (esperienza post Coppa Italia al Forlanini docet, e poi chi ha detto che da quel giorno non ho tracciato gare di trail-O? Una si, anche con una discreta partecipazione, ma nessuno in alto loco ne ha saputo nulla…).

E, dopo tutto questo, gli amici mi dicono “ma hai finito presto la stagione orientistica…” e la risposta all’unisono mia e di SHAron.D.OWen è “MA FATEMI IL PIACERE!!!”.

Così, al solo scopo di riposarmi DAVVERO un po’, ho pensato che per il fine settimana del 22 e 23 ottobre avrei fatto meglio a tornare al vecchio andazzo: gara del Circuito Nazionale di Temp-O sabato pomeriggio e doppia gara di Trofeo Centri Storici Nazionali (+ speaker) alla domenica. Come è andata la mia gara di Temp-O (non) lo si è letto sui vari siti: un nono posto non da buttare ma che avrei potuto migliorare; mi sono divertito durante la gara, ma soprattutto mi sono divertito nei giorni precedenti la gara quando il livello di comunicazioni tra me e Remo Madella ha raggiunto livelli di puro caos visto che io nel Parco del Ticinello ci abito e quindi chiedevo a Remo indicazioni su come andare a prendere la metropolitana o il tram senza entrare in carta, e Remo che mi rispondeva cercando di darmi indicazioni sufficienti per non farmi squalificare ma insufficienti a farmi capire dove sarebbero state le lanterne!

Domenica mattina, treno alle 6.50 e arrivo a Brescia alle 7.40; giro speaker in MA alle ore 8.15 con mio pronostico sborone (= senza nemmeno aver visto carta e percorso) da 21’15” e arrivo invece in 24’18” (i 21 minuti sarebbero stati fattibili con meno adipe e più gambe), e poi secondo giro qualificato-non-qualificato alle ore 12.15 per gustarmi un nuovo giù e su dalle rampe del Castello di Brescia, il giretto alle pendici delle mura ed il labirinto cretese del castello da far venire mal di testa con la sola tratta 10-11 che al confronto il cubo di Rubik è più banale e le configurazioni del vecchio videogame del Vermone sono meno tortuose…

Come è andata invece la mia prestazione da speaker, invito a leggerlo sul bellissimo blog di Dario P. http://dopolavori.blogspot.com che si fa leggere in modo squisito ogni settimana (sono qui a sperare che Dario faccia sempre più gare per poter leggere i suoi commenti settimanali), non solo per come è scritto bene ma anche per quella vena di satira umoristica che mi ricorda tanto l’Andrea Castelli di trentina memoria.

Con una sola nota da parte del qui presente: anche “Stegal” ha ormai una sua voce privata su wikipedia! http://en.wikipedia.org/wiki/STEGAL ... Senza stare tanto a tirare in ballo altre parole in veneziano o in milanese. Ciao “vecio”!!!

5 Comments:

At 4:50 PM, Anonymous rem said...

quindi se ho capito bene
the diameter of Stegal is 800 millimetres ?

 
At 12:08 AM, Blogger Stefano said...

Le ultime misurazioni del suddetto diametro sono state sospese in quanto gli strumenti delegati al calcolo, pur essendo costruiti in lega di diamante-tungsteno-adamantio venivano tritati dal solo moto convettivo delle balle di Stegal...

 
At 10:08 PM, Anonymous Anonymous said...

STENGAL Presidente per evitare che:

IL CONTROLLORE SIA IL CONTROLLATO..

delibera 828 del 2011
il Consiglio Federale nomina due nuovi membri del Comitato Organizzatore WOC e
WTOC 2014:
- Sergio Grifoni come privato tesserato
- il Segretario, una volta accertatane la disponibilità

 
At 4:52 AM, Blogger zonori said...

Ma guarda un po'. E pensare che nel 2004 quando Mazzeni (allora Presidente Fiso) fece parte del Comitato Organizzatore dei WMOC, furono in molti a scatenarsi contro il conflitto di interessi. Dove sono finiti quei bravi puristi? Evidentemente i tempi sono cambiati. La Fiso anche.
Quanto alle delibere vorrei che qualcuno mi aiutasse a rintracciare il nuovo RTF approvato il 30 luglio 2011 e, almeno a quanto mi risulta, mai reso noto. Per la cronaca nella sezione regolamenti del sito Fiso c'è ancora quello approvato l'1 dicembre 2007 e gli allegati alle delibere di CF sono fermi alle norme sul tesseramento 2010.

 
At 7:23 AM, Anonymous Anonymous said...

....I puristi sono attaccati alla sedia del Consiglio Federale.....e poi si sa che a 10 anni di distanza l'organizzatore è sempre il buon Mazzeni....i fattori si invertono, ma il prodotto è lo stesso...speriamo che il probabile passivo non gravi sulla FISO....e che le quote gara siano pagate in meno di 7 anni...PRESIDENTE E SEGRETARIO FISO vigileranno????Come??? Italian style...Per gli amici la legge si interpreta, per i nemici si applica!!!

 

Post a Comment

<< Home